Homeland : Iraq anno zero

Martedì 28 Giugno 2016    Mercoledì 29 Giugno 2016

 

Miglior lungometraggio Visions du Réel (Parigi 2015)Miglior Film Doc Alliance Locarno (2015) – Miglior lungometraggio DMZ Doc Festival (Corea, 2015) – Premio della Giuria Filmmaker Festival (Milano 2015) – Premio della Giuria e Premio del Pubblico Yamagata (Japan 2015) – Gran Premio e Premio del Pubblico Montréal (2015) – Secondo Premio Journées cinématographiques de Carthage (2015) – Premio della Giuria Ficunam (Mexico 2016)

L’Institut français Napoli e L’Asilo vi invitano a due serate di proiezione
del film documentario HOMELAND : IRAQ ANNO ZERO Parte I + II,
in presenza del regista ABBAS FAHDEL:

→ merc 28 giugno | ore 19.30

→ L’ASILO vico Giuseppe Maffei 4 Cattura

Parte 1 / PRIMA DELLA CADUTA / 160 min. – v.o. sott. in it.

Un gruppo di iracheni, membri di una famiglia allargata, in attesa della guerra. La prima parte si chiude sull’inizio dei bombardamenti americani su Baghdad.

 

→ gio 29 giugno | ore 19

→ Institut français Napoli
Parte 2 / DOPO LA BATTAGLIA /
174 min. – v.o. sott. in it.

La coalizione guidata dagli americani ha invaso l’Iraq. Il film svela le conseguenze sulla vita quotidiana degli abitanti di Baghdad.

Sta girando il mondo raccogliendo applausi, premi e riconosciment, il film documentario di Abbas Fahdel, regista franco-iracheno già pluripremiato. Se in Francia il film ha generato un dibattito mediatico sugli avvenimenti della guerra in Iraq, riportando in primo piano il valore del cinema come strumento di riflessione sul presente, il documentario arriva ora a Napoli in anteprima in Italia dopo un unico passaggio al Filmaker Festival di Milano.

Il documentario di Fahdel, diviso in due parti, restituisce cronache della vita quotidiana di un anno in Iraq, prima e dopo l’invasione della coalizione americana. Un flusso di immagini veritiere di ciò che è accaduto in quei giorni, senza filtro ma profondamente coinvolgente: dapprima, una famiglia come tante che si prepara alla guerra, inserendo nel suo quotidiano gesti nuovi e inesorabili; poi, la stessa famiglia dopo i primi attacchi. Fahdel ci racconta ciò che è realmente successo in quegli anni, quando si ponevano le premesse per ciò che oggi conosciamo come “Isis”. Lo fa filmando la sua famiglia allargata, a Baghdad e in campagna, in casa e per le strade della città, impegnata ad affrontare le mille difficoltà della vita quotidiana, con un buon umore e un’umanità che convivono con le atrocità del presente e del passato. Fahdel lascia allo spettatore il tempo necessario per affezionarsi a questo popolo per lo più sconosciuto. Ma soprattutto, il tempo per capire I meccanismi che allora si mettevano in moto e che avrebbero portato al sanguinoso caos di oggi, in Iraq come in altri paesi del Medio Oriente.

 

All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e adotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata a l’Asilo.

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s